Semiotica del gusto- Chi la insegna, chi ne parla e dove

Il Prof. La Mattina tiene un corso di Semiotica del gusto nell’ambito di Filosofia e teoria dei linguaggi (M-FIL/05) nell’Università di Macerata. Riportiamo la presentazione e gli obiettivi:

“Questo Corso – che si tiene qui per la prima volta – vorrebbe introdurre lo studente alla sfera del gusto intesa come luogo di mediazione tra natura e cultura, tra interiorità ed esteriorità. Fin dal taglio del cordone ombelicale l’infante fa esperienza della relazione tra cibo e sensorialità, fra ricerca del nutrimento e ricerca del senso. Fra i prerequisiti che possono giovare a una migliore comprensione dell’istanza semiotica v’è certamente la capacità di ricostruire i paesaggi alimentari, di riconoscere il ruolo che la commensalità ha e ha avuto nella storia personale, familiare (anche religiosa) e in quella delle culture (dall’idioletto, al socioletto, alla lingua gastronomica).

“Il cibo è al centro di una serie di trasformazioni e di scambi, che non riguardano solo aspetti nutrizionali o dietetici. Il cibo è un potente vettore del senso. La Semiotica del Gusto aspira a cogliere le intersezioni di senso che orientano il percorso del cibo: dalla preparazione alla consumazione, dalla descrizione alla delibazione. Ciascuna di esse lascia traccia nelle sfere sociali. Vari linguaggi parlano oggi del cibo: la stampa, la tv, i social; ma il cibo è esso stesso un linguaggio che parla di sé e di altro: parla delle culture, della storia, delle distinzioni sociali, dei riti che gli uomini mettono in campo per condividere e negoziare le proprie istanze percettive: è il cibo che permette la costituzione di un corpo sociale. Vari sono i luoghi del cibo: la cucina, la tavola, la vetrina, il bistrot, il ristorante, la cantina, ma anche lo spazio sacro del sacrificio, lo spazio pubblico della festa campestre.

“Il gusto è il senso attorno al quale ruotano i linguaggi del cibo. Gustare è introdurre in noi quell’altro da noi che vogliamo rendere parte di noi. Il gusto è una frontiera e uno spazio di trasformazione del senso.

(1) Lo studio semiotico del gusto potrà prendere le mosse dai linguaggi che parlano del cibo, della cucina, dell’alimentazione: il cibo parlato mobilita considerazioni estetiche, economiche, spesso anche erotiche. Nel racconto del cibo emergono trasformazioni che racchiudono senso: la preparazione / consumazione; la separazione / condivisione; l’offerta / ricezione; il crudo / cotto, e così via.

(2) Un altro importante capitolo riguarda i luoghi del cibo e del mangiare, la prossemica: spazi comuni, spazi separati, spazi durevoli come i refettori e spazi transitori come nello ‘street food’.

(3) Il cuore del nostro studio è però il linguaggio che porta il cibo a parlare: delle proprie origini, della cultura di cui è espressione, dell’articolazione dei rapporti fra individui, clan, gruppi sociali e politici (il cibo nelle mense e nelle feste di partito, nelle sagre).

(4) Poi c’è il cibo nella vita rituale: dai miti greci sul dono del grano, dell’ulivo o del vino, fino alle prescrizioni e i divieti alimentari dei popoli semiti, e fino al cibo kosher.

Not least, (5) alcuni cenni al cibo nella letteratura, nei romanzi di Camilleri o nelle serie televisive recenti.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati

  • 1.  (A) Gianfranco Marrone Semiotica del gusto. Linguaggi della cucina, del cibo, della tavola Mimesis, Milano, 2016 » Pagine/Capitoli: capitoli da concordare col docente
  • 2.  (C) Gianfranco Marrone e Alice Giannitrapani (eds) La cucina del senso. Gusto, significazione, testualità Mimesis, Milano, 2012 » Pagine/Capitoli: da concordare col docente.

La Prof.ssa Cavalieri tiene un corso di Semiotica del gusto presso l’Università di Messina. La disciplina si propone di introdurre lo studente al linguaggio del cibo e del gusto e ai suoi molteplici significati sensoriali, culturali, cognitivi, emozionali, affettivi, sociali, mediatici e salutistici. Dalla natura alla cultura, dalla preparazione al consumo, dalla dimensione soggettiva a quella oggettiva, il gusto si configura come un senso tutt’altro che secondario o minore nella vita  degli esseri umani, un senso che è il crocevia di una  molteplicità di saperi e di sapori di cui spesso si ignora l’importanza anche per la mancanza di una cultura alimentare e del gusto.

Introduzione alla semiotica del gusto; gusto e olfatto nella filosofia e nella scienza; biologia e antropologia e del gusto; come si è evoluto il senso del gusto; il gusto come senso sinestetico; sapore e conoscenza; il gusto e le emozioni, i piaceri del gusto; la degustazione e i suoi aspetti linguistici; i molteplici piaceri del gusto; la dimensione conviviale e linguistica del gusto; la cucina come sistema di significati.

Testi di riferimento: R. Cavalieri, Gusto. L’intelligenza del palato, Laterza, Roma-Bari, 2011. R. Cavalieri, E l’uomo inventò i sapori. Storia naturale del gusto, Il Mulino. Bologna, 2014. R. Cavalieri, La passione del gusto. Quando il cibo diventa piacere, Il Mulino, Bologna, 2016



Categorie:Q10- [SEMIOTICA DEL GUSTRO]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

IASS-AIS

International Association for Semiotic Studies - Association Internationale de Sémiotique

NUOVA STORIA VISUALE - NEW VISUAL HISTORY

STORIA DELLE IDEE E DELLA CULTURA - HISTORY OF IDEAS AND CULTURE

LINGUE STORIA CIVILTA' / LANGUAGES HISTORY CIVILIZATION

LINGUISTICA STORICA E COMPARATA / HISTORICAL AND COMPARATIVE LINGUISTICS

TEATRO (E NON SOLO) - THEATRE (AND NOT ONLY)

Testi, soggetti e ricerche di Antonio De Lisa - Texts, Subjects and Researches by Antonio De Lisa

TIAMAT

ARTE ARCHEOLOGIA ANTROPOLOGIA // ART ARCHAEOLOGY ANTHROPOLOGY

FILOSOFIA COMPARATA- ORIENTE/OCCIDENTE

Comparative Philosophy – East / West

ORIENTALIA

ARTE E ARCHEOLOGIA / ART AND ARCHEOLOGY

SEMIOTIC PAPERS - LETTERE SEMIOTICHE

La ricerca in semiotica e Filosofia del linguaggio - Research in Semiotics and Philosophy of Language

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Da Sonus a Lost Orpheus: Storia, Musiche, Concerti - History, Music, Concerts

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

SONUS ONLINE MUSIC JOURNAL

Materiali per la musica moderna e contemporanea - Contemporary Music Materials

WordPress.com News

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA OFFICIAL SITE

Arte Teatro Musica Poesia - Art Theatre Music Poetry - Art Théâtre Musique Poésie

IN POESIA - IN POETRY - EN POESIE

LA LETTERATURA COME ORGANISMO - LITERATURE AS AN ORGANISM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: